Mix&Match

Un concorso di progettazione rivolto agli Architetti del Lazio organizzato con le principali aziende del settore in collaborazione con ADI LAZIO ( Associazione Design Italiano).

EDIZIONE 2017

WCUBO

WCUBO

Concorso MixandMatch - 1° Classificato il progetto “WC CUBO”
Autori: MASSIMILIANO CICCOLOTTI, ROMINA BONACCORSI, DAVIDE ARCA E MATTEO DE NICOLA
WCUBO

WCUBO

Concorso MixandMatch - 1° Classificato il progetto “WC CUBO”
Autori: MASSIMILIANO CICCOLOTTI, ROMINA BONACCORSI, DAVIDE ARCA E MATTEO DE NICOLA
MIX RESORT

MIX RESORT

Concorso MixandMatch - 2° Classificato il progetto “MIX RESORT”
Autore: ARCH. VANESSA BUZZANCA
MIX RESORT

MIX RESORT

Concorso MixandMatch - 2° Classificato il progetto “MIX RESORT”
Autore: ARCH. VANESSA BUZZANCA
STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

Concorso MixandMatch - 3° Classificato il progetto “STESSA SPIAGGIA STESSO MARE”
Autore:ARCH. PATRIZIO DI NEZIO
STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

Concorso MixandMatch - 3° Classificato il progetto “STESSA SPIAGGIA STESSO MARE”
Autore:ARCH. PATRIZIO DI NEZIO
WC INDA WALL

WC INDA WALL

Concorso MixandMatch - Il premio speciale per l’innovazione progettuale va al progetto “WC INDA WALL”
Autore:ARCH. LEONARDO PALLA
WC INDA WALL

WC INDA WALL

Concorso MixandMatch - Il premio speciale per l’innovazione progettuale va al progetto “WC INDA WALL”
Autore:ARCH. LEONARDO PALLA
CONTEMPORANEO TRASFORMABILE

CONTEMPORANEO TRASFORMABILE

Concorso MixandMatch - Premio speciale per la fruibilità ad utenza ampliata va al progetto “CONTEMPORANEO TRASFORMABILE”
Autore:ARCH. ALESSANDRO FARINA
CONTEMPORANEO TRASFORMABILE

CONTEMPORANEO TRASFORMABILE

Concorso MixandMatch - Premio speciale per la fruibilità ad utenza ampliata va al progetto “CONTEMPORANEO TRASFORMABILE”
Autore:ARCH. ALESSANDRO FARINA
APPUNTAMENTO AL MARE

APPUNTAMENTO AL MARE

Concorso MixandMatch - Il premio speciale per la sostenibilità ambientale va al progetto “CONTEMPORANEO TRASFORMABILE”
Autori:ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA
APPUNTAMENTO AL MARE

APPUNTAMENTO AL MARE

Concorso MixandMatch - Il premio speciale per la sostenibilità ambientale va al progetto “CONTEMPORANEO TRASFORMABILE”
Autori:ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA
  • WCUBO
  • WCUBO
  • MIX RESORT
  • MIX RESORT
  • STESSA SPIAGGIA STESSO MARE
  • STESSA SPIAGGIA STESSO MARE
  • WC INDA WALL
  • WC INDA WALL
  • CONTEMPORANEO TRASFORMABILE
  • CONTEMPORANEO TRASFORMABILE
  • APPUNTAMENTO AL MARE
  • APPUNTAMENTO AL MARE
  • WCUBO

    Autori: ARCH. MASSIMILIANO CICCOLOTTI, ROMINA BONACCORSI, DAVIDE ARCA E MATTEO DE NICOLA

    WCubo3
    La ricerca del team è stata indirizzata verso la sperimentazione di una spazialità che partisse da una matrice geometrica pura quale il cubo, un solido platonico la cui modularità e gruppo di simmetria hanno dettato il procedimento operativo durante la fase progettuale.


    Il concept di partenza contempla la compresenza delle funzioni di contenitore e di contenuto: si tratta di un ambiente versatile, il cui posizionamento è variabile a seconda delle esigenze dell’utenza e del tipo di contesto nel quale prenderà posto l’installazione, dalle comuni residenze private ai loft e agli open space, o anche come installazione temporanea, addossato a una parete o ancora immerso nello spazio circostante. La flessibilità spaziale di WC3 consente, se necessario, l’accostamento di due blocchi per consentire la comunicazione tra 2 ambienti. Forma regolare, centralità impiantistica e molteplicità di accessi sono i principali fattori che rendono possibili le varie opzioni di distribuzione.


    L’involucro esterno è tenuto in stretta comunicazione con l’interno per mezzo del medesimo trattamento delle pareti: si è scelto di trattarlo da entrambi i lati con un modello di carta parati della collezione London Art, una modalità di ampliamento spaziale e di smaterializzazione delle pareti che trasforma apparentemente il cubo in una galleria vetrata e ne esalta l’ambientazione, conferendo una certa eleganza, enfatizzata anche dal gusto raffinato nella scelta dell’arredamento. Va sottolineata inoltre la capacità di metamorfosi dell’involucro, essendo trattabile eventualmente con una qualsiasi altra tipologia di rivestimento che meglio si adatti all’ambiente in cui si troverà inserita l’installazione. Non è avvertita discontinuità in corrispondenza delle porte di accesso grazie all’utilizzo delle scorrevoli a scomparsa a filo parete.


    Per quanto riguarda la disposizione interna dei servizi, la progettazione ha sempre mantenuto come presupposto la loro centralità, intorno ai quali si possono ottenere molteplici modalità di accesso. Lo spazio interno è idealmente suddiviso in tre zone usufruibili indipendentemente una dall’altra: doccia, lavabo e sanitari, separati all’occorrenza per mezzo di porta scorrevole in vetro satinato. Tutti gli elementi di arredo del bagno e le pavimentazione sono stati scelti rigorosamente con colorazioni neutre: marmo nero e bianco per la pavimentazione, trattata con le ceramiche Fioranese; la raffinata linea Dekò by Idea Group per il mobilio bianco e nero, e il cromato che con la sua riflessione contribuiscono a rendere lo spazio più leggero, dalla rubinetteria della linea Venezia by Fantini alle finiture dell’arredo, al radiatore Arpa by Irsap. I dettagli sono trattati finemente, come dimostra il piatto doccia ad hoc dell’azienda Rare, con profilo del vetro a scomparsa (serie open space) e impiantistica della Drain Line di Tece, della cui azienda si è scelto di utilizzare l’impianto di scarico affiancato ai sanitari dalla linea Zero by Catalano.


    L’illuminazione è accuratamente nascosta, e consiste in strisce led che abbracciano le diverse zone del bagno sotto un unico perimetro e opportunamente schermate da una cornice decorativa che collega le pareti alla copertura.
    Uno spazio vivibile al cubo e trasformabile alla medesima potenza, che per queste ragioni risponde alle esigenze di un’utenza ampliata.

  • WCUBO

    Autori: ARCH. MASSIMILIANO CICCOLOTTI, ROMINA BONACCORSI, DAVIDE ARCA E MATTEO DE NICOLA

    WCubo3
    La ricerca del team è stata indirizzata verso la sperimentazione di una spazialità che partisse da una matrice geometrica pura quale il cubo, un solido platonico la cui modularità e gruppo di simmetria hanno dettato il procedimento operativo durante la fase progettuale.


    Il concept di partenza contempla la compresenza delle funzioni di contenitore e di contenuto: si tratta di un ambiente versatile, il cui posizionamento è variabile a seconda delle esigenze dell’utenza e del tipo di contesto nel quale prenderà posto l’installazione, dalle comuni residenze private ai loft e agli open space, o anche come installazione temporanea, addossato a una parete o ancora immerso nello spazio circostante. La flessibilità spaziale di WC3 consente, se necessario, l’accostamento di due blocchi per consentire la comunicazione tra 2 ambienti. Forma regolare, centralità impiantistica e molteplicità di accessi sono i principali fattori che rendono possibili le varie opzioni di distribuzione.


    L’involucro esterno è tenuto in stretta comunicazione con l’interno per mezzo del medesimo trattamento delle pareti: si è scelto di trattarlo da entrambi i lati con un modello di carta parati della collezione London Art, una modalità di ampliamento spaziale e di smaterializzazione delle pareti che trasforma apparentemente il cubo in una galleria vetrata e ne esalta l’ambientazione, conferendo una certa eleganza, enfatizzata anche dal gusto raffinato nella scelta dell’arredamento. Va sottolineata inoltre la capacità di metamorfosi dell’involucro, essendo trattabile eventualmente con una qualsiasi altra tipologia di rivestimento che meglio si adatti all’ambiente in cui si troverà inserita l’installazione. Non è avvertita discontinuità in corrispondenza delle porte di accesso grazie all’utilizzo delle scorrevoli a scomparsa a filo parete.


    Per quanto riguarda la disposizione interna dei servizi, la progettazione ha sempre mantenuto come presupposto la loro centralità, intorno ai quali si possono ottenere molteplici modalità di accesso. Lo spazio interno è idealmente suddiviso in tre zone usufruibili indipendentemente una dall’altra: doccia, lavabo e sanitari, separati all’occorrenza per mezzo di porta scorrevole in vetro satinato. Tutti gli elementi di arredo del bagno e le pavimentazione sono stati scelti rigorosamente con colorazioni neutre: marmo nero e bianco per la pavimentazione, trattata con le ceramiche Fioranese; la raffinata linea Dekò by Idea Group per il mobilio bianco e nero, e il cromato che con la sua riflessione contribuiscono a rendere lo spazio più leggero, dalla rubinetteria della linea Venezia by Fantini alle finiture dell’arredo, al radiatore Arpa by Irsap. I dettagli sono trattati finemente, come dimostra il piatto doccia ad hoc dell’azienda Rare, con profilo del vetro a scomparsa (serie open space) e impiantistica della Drain Line di Tece, della cui azienda si è scelto di utilizzare l’impianto di scarico affiancato ai sanitari dalla linea Zero by Catalano.


    L’illuminazione è accuratamente nascosta, e consiste in strisce led che abbracciano le diverse zone del bagno sotto un unico perimetro e opportunamente schermate da una cornice decorativa che collega le pareti alla copertura.
    Uno spazio vivibile al cubo e trasformabile alla medesima potenza, che per queste ragioni risponde alle esigenze di un’utenza ampliata.

  • MIX RESORT

    Autore: ARCH. VANESSA BUZZANCA

    Relazione

    Mix Resort

    Aziende e materiali impiegati:

    • Pavimenti e Rivestimenti

    CERAMICA-FIORANESE:

    Decoro segni sabbia 20,13x20, decoro segni cenere 20,13x2013, Terraviva cenere 60x60, Pavimento-effetto-legno Old-Wood Maple Beige nei formati 15x90 22.5x90

    CERAMICA-COEM:

    Patchwork Grey 60x120, Bricklane Tolat-White

    LONDONART: Model-ALL-ABOUT-EVE-ariation-15143-03 glass +resina

    • Rubinetteria

    FANTINI: Linea Acqua –VENEZIA-, Milano Slim by Stainless Stell

    • Sanitari

    CATALANO: Bidet e wc Zero 55 Sospeso

    • Arredo

    IDEAGROUP : linea Cubik composizione 04 colore basaltina sabbia

    • Radiatori

    IRSAP : Alatherm: scalda salviette, versione maxi e mini collegati all’impianto idrico-sanitario in ottone cromato

    • Componentistica Tecnica:

    TECE :TECElux "ceramic-Air" ,tece profil.

    • Piatti e box doccia

    RARE : sistema integrato ad HOC con cristalli integrati alloggiati all'interno del bacino

    L’acqua oltre a soddisfare le esigenze primarie, in questo progetto diventa protagonista perchè circonda ed avvolge ogni spazio diventando parte integrante dell’arredo.

    Un Resort nei mari tropicali tra laguna e spiaggia diventa il contenitore della sala da bagno che si trova al centro dello spazio e a livello del mare.

    Parte della struttura è collegata alla terra ferma per agevolare il passaggio delle tubazioni e permettere di impiegare al meglio e in modo ecologico le tecnologie innovative dei sistemi idrico sanitari delle aziende impiegate .

    La scelta di un luogo non convenzionale come una laguna nei mari tropicali è stata fatta per sfruttare al massimo la versatilità dei materiali impiegati. Non ci sono ambienti chiusi ma circoscritti da cambi di quota e lastre in cristallo per permettere di vivere gli spazi dedicati ai servizi e al tempo stesso di apprezzare la bellezza del panorama .

    Il rivestimento delle pareti e il pavimento è stato scelto tra le tipologie che meglio rappresentano le essenze naturali come la carta da parati Londonart con disegni floreali, le lastre 60x120 Patchwork Coem che ricordano la trama del tessuto, il legno con striature marcate della linea Old-Wood Fioranese e i decori che ricordano disegni pirografici.

    L‘unico ambiente pensato in modo differente è lo spazio dedicato ai sanitari dove il rivestimento esterno in mattoncini bianchi Coem mette in risalto questa caratteristica, mentre la struttura Tece profil consente un agevole passaggio delle tubazioni attraverso elementi in cartongesso leggeri .

    Lo spazio all’interno continua ad essere integrato con l’ambiente circostante perché i rivestimenti tornano ad avere i toni e i colori della natura , il bagno dispone di un doppio ingresso con porte scorrevoli in cristallo satinato ed è privo di copertura. La mancanza di una vera e propria chiusura di questo ambiente ha indirizzato la scelta del sistema TECElux "ceramic-Air" che permette la depurazione dell’aria senza ventilazione attraverso un filtro in ceramica ai carboni attivi che aspira l‘aria presente nella stanza la purifica e la rimette nell’ambiente. Funziona quindi in modo silenzioso e senza profumi invadenti.

    Per gli asciugamani o i teli mare che hanno la necessità di essere spesso asciugati sono stati collocati tre scalda salviette Irsap Alatherm in diversi punti del bagno, collegati all’impianto idrico-sanitario .

    Il tema acqua è fortemente espresso anche attraverso l’impiego della rubinetteria scelta sia per la forma che per i colori tra le linee che più la ricordano , Fantini linea Acqua rubinetto Venezia con miscelatori Nuova Bocca in vetro trasparente che racchiude un anima di vetro azzurro.

    La zona dei lavabi si trova nella parte più vicina al mare , una piscina naturale permette la discesa direttamente nell’acqua, qui lo spazio è arredato con semplicità attraverso il mobile Ideagroup con doppio lavabo dalle linee pulite e dai colori naturali che ricordano la pietra e la sabbia. Alle pareti il disegno della carta Londoart nella tipologia Glass + Resina con disegni a foglie è interrotta da elementi in cristallo che permettono ancora una volta di ammirare i colori del mare .

    Alle spalle di questo spazio a quota + 60 cm c’è la zona dedicata alle docce, composta da una vasca Rare creata su misura a filo pavimento , e da cristalli Rare integrati nel piatto doccia che definiscono lo spazio , la posizione isolata del Resort permette di godere in piena riservatezza del paesaggio circostante .

  • MIX RESORT

    Autore: ARCH. VANESSA BUZZANCA

    Relazione

    Mix Resort

    Aziende e materiali impiegati:

    • Pavimenti e Rivestimenti

    CERAMICA-FIORANESE:

    Decoro segni sabbia 20,13x20, decoro segni cenere 20,13x2013, Terraviva cenere 60x60, Pavimento-effetto-legno Old-Wood Maple Beige nei formati 15x90 22.5x90

    CERAMICA-COEM:

    Patchwork Grey 60x120, Bricklane Tolat-White

    LONDONART: Model-ALL-ABOUT-EVE-ariation-15143-03 glass +resina

    • Rubinetteria

    FANTINI: Linea Acqua –VENEZIA-, Milano Slim by Stainless Stell

    • Sanitari

    CATALANO: Bidet e wc Zero 55 Sospeso

    • Arredo

    IDEAGROUP : linea Cubik composizione 04 colore basaltina sabbia

    • Radiatori

    IRSAP : Alatherm: scalda salviette, versione maxi e mini collegati all’impianto idrico-sanitario in ottone cromato

    • Componentistica Tecnica:

    TECE :TECElux "ceramic-Air" ,tece profil.

    • Piatti e box doccia

    RARE : sistema integrato ad HOC con cristalli integrati alloggiati all'interno del bacino

    L’acqua oltre a soddisfare le esigenze primarie, in questo progetto diventa protagonista perchè circonda ed avvolge ogni spazio diventando parte integrante dell’arredo.

    Un Resort nei mari tropicali tra laguna e spiaggia diventa il contenitore della sala da bagno che si trova al centro dello spazio e a livello del mare.

    Parte della struttura è collegata alla terra ferma per agevolare il passaggio delle tubazioni e permettere di impiegare al meglio e in modo ecologico le tecnologie innovative dei sistemi idrico sanitari delle aziende impiegate .

    La scelta di un luogo non convenzionale come una laguna nei mari tropicali è stata fatta per sfruttare al massimo la versatilità dei materiali impiegati. Non ci sono ambienti chiusi ma circoscritti da cambi di quota e lastre in cristallo per permettere di vivere gli spazi dedicati ai servizi e al tempo stesso di apprezzare la bellezza del panorama .

    Il rivestimento delle pareti e il pavimento è stato scelto tra le tipologie che meglio rappresentano le essenze naturali come la carta da parati Londonart con disegni floreali, le lastre 60x120 Patchwork Coem che ricordano la trama del tessuto, il legno con striature marcate della linea Old-Wood Fioranese e i decori che ricordano disegni pirografici.

    L‘unico ambiente pensato in modo differente è lo spazio dedicato ai sanitari dove il rivestimento esterno in mattoncini bianchi Coem mette in risalto questa caratteristica, mentre la struttura Tece profil consente un agevole passaggio delle tubazioni attraverso elementi in cartongesso leggeri .

    Lo spazio all’interno continua ad essere integrato con l’ambiente circostante perché i rivestimenti tornano ad avere i toni e i colori della natura , il bagno dispone di un doppio ingresso con porte scorrevoli in cristallo satinato ed è privo di copertura. La mancanza di una vera e propria chiusura di questo ambiente ha indirizzato la scelta del sistema TECElux "ceramic-Air" che permette la depurazione dell’aria senza ventilazione attraverso un filtro in ceramica ai carboni attivi che aspira l‘aria presente nella stanza la purifica e la rimette nell’ambiente. Funziona quindi in modo silenzioso e senza profumi invadenti.

    Per gli asciugamani o i teli mare che hanno la necessità di essere spesso asciugati sono stati collocati tre scalda salviette Irsap Alatherm in diversi punti del bagno, collegati all’impianto idrico-sanitario .

    Il tema acqua è fortemente espresso anche attraverso l’impiego della rubinetteria scelta sia per la forma che per i colori tra le linee che più la ricordano , Fantini linea Acqua rubinetto Venezia con miscelatori Nuova Bocca in vetro trasparente che racchiude un anima di vetro azzurro.

    La zona dei lavabi si trova nella parte più vicina al mare , una piscina naturale permette la discesa direttamente nell’acqua, qui lo spazio è arredato con semplicità attraverso il mobile Ideagroup con doppio lavabo dalle linee pulite e dai colori naturali che ricordano la pietra e la sabbia. Alle pareti il disegno della carta Londoart nella tipologia Glass + Resina con disegni a foglie è interrotta da elementi in cristallo che permettono ancora una volta di ammirare i colori del mare .

    Alle spalle di questo spazio a quota + 60 cm c’è la zona dedicata alle docce, composta da una vasca Rare creata su misura a filo pavimento , e da cristalli Rare integrati nel piatto doccia che definiscono lo spazio , la posizione isolata del Resort permette di godere in piena riservatezza del paesaggio circostante .

  • STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

    Autore:ARCH. PATRIZIO DI NEZIO

    STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

    L’elemento a forma di prisma esagonale è inserito in un ambientazione esterna come servizio igienico e docce per uno stabilimento balneare. E' collocato in posizione libera sulla spiaggia e si presenta come un volume compatto e sintetico, dalla forma geometricamente pura, facilmente riconoscibile, ma integrato senza dissonanze nel contesto naturale della spiaggia.

    La configurazione planimetrica del chiosco esagonale, inoltre, permette di utilizzare l’elemento come singola cella o anche come un’aggregazione di esagoni giustapposti fra loro, a seconda della quantità di servizi necessari, mantenendo una volumetria compatta e consentendo un inserimento discreto e armonico (in riferimento all'alveare) nel paesaggio naturale delle dune di sabbia.

    Nell'esagono (m. 1,75 di lato) l'area di 8 mq è suddivisa in due parti: la metà interna, corrispondente ad un volume chiuso, è riservata ai servizi igienici, mentre l'altra metà, quella aperta, è destinata alle docce. Lo scheletro del "chiosco" è realizzato in acciaio corten e su questo vengono montati tutti gli elementi.

    Interno - Lo spazio chiuso della metà superiore dell'esagono accoglie tutti i servizi igienici in ceramica bianca della CATALANO: il Lavabo da appoggio GREEN 42; il WC sospeso “Verso 50” e, trattandosi di un bagno destinato ad una funzione pubblica, anche l'Orinatoio, sempre della CATALANO. Gli aspetti funzionali degli scarichi sono assolti dalle cassette TECE situate negli angoli laterali dello spazio rispetto all'ingresso, mentre la rubinetteria è costituita dal "Gruppo lavabo a parete - Fontane Bianche" con bocca da 20 cm della FANTINI.

    Sulla parete di fondo è collocata la Consolle Dekò della IDEA GROUP laccata nera lucida; al disopra del lavabo, a parete, la stretta specchiera a sviluppo verticale “Sae” My Fly Evo 40x140 (IDEA GROUP) consente una visione senza grosse interruzioni delle pareti sulle quali è applicata la carta da parati LONDONART

    Wollpaper NEX TO ME (Classique, art. 16097). Rispetto a quest'ultimo elemento la conformazione dello spazio interno, ad una visione dalla porta d'ingresso, consente un colpo d'occhio totale sulle tre pareti del semiesagono, come si evince dalla sezione A, e questo permette l'uso di una soluzione grafica continua, in un'immagine scenografica di tutto lo spazio interno, la parete è inoltre resa permeabile visivamente anche dalla esilità della consolle.

    La pavimentazione, seguendo la configurazione generale dell'esagono, è realizzata con Exagona ivory 34,5 x 40 mod. HERITAGE della FIORANESE COEM, la stessa soluzione è utilizzata anche per il leggerissimo piano inclinato che facilita l'accesso dall'esterno.

    L'ambiente interno è fornito di un Sistema a Ventilazione Meccanica Controllata IR PULSE della IRSAP, posizionato a parete sopra la porta d'ingresso. La climatizzazione interna, qualora si utilizzasse lo spazio fuori stagione, è assicurata da un Radiatore STEP_B elettrico IRSAP.

    Esterno - Tutta la struttura sopradescritta è rivestita esternamente dal gres porcellanato effetto legno ESSENZIAL frassino naturale a larghe doghe da 20,3 x 120,8 della FIORANESE COEM. La nitidezza del disegno e l'evidenza delle venature rende questo materiale molto adatto ad un contesto naturale come quello di una spiaggia, sulla quale il legno si inserisce con leggerezza, senza contrasti; al tempo stesso, essendo il gres porcellanato molto resistente, è sicuramente molto più adatto del legno a sopportare l'aggressione degli agenti atmosferici (vento e salsedine) tipici di un contesto balneare.

    Nello spazio esterno del semiesagono sono situate due colonne doccia MILANOSLIM Outdoor H121 della FANTINI che, con il minimalismo formale del binomio acciaio legno, si confrontano in maniera ottimale con la parete di fondo. Entrambe collocate simmetricamente rispetto all'ingresso, in uno spazio di forma trapezoidale, sono servite, per la raccolta delle acque, dal piatto doccia RARE. La vasca in acciaio del Sistema Integrato è sagomata su forma trapezoidale; data la flessibilità dell'oggetto all'interno sarà ricavata anche un'asola che aggira il sostegno della doccia. Le due canaline di raccolta delle acque sono poste sul lato esterno dell'esagono, mentre l'interno della vasca è riempito con ghiaietto compattato legato con resina, per dare all'insieme un effetto naturale. Tale sistema consente di evitare che il deflusso delle acque provochi le consuete, antiestetiche colature sulla sabbia, soprattutto nel caso di più elementi aggregati in serie, nei quali, invece, un impianto di convogliamento unico di raccolta delle varie celle esagonali, condurrebbe più opportunamente ad un punto di smaltimento corretto.

    Elenco elementi:

    CATALANO

    Lavabo da appoggio GREEN 42 (cod. 142AGR00)

    WC sospeso modello “Verso 50” (cod. 1VSV50N00)

    Orinatoio 31x39 (cod.1BIGB0Y00)

    IRSAP

    Radiatore STEP_B (L. 50, H. 76) nero cromo

    Sistema Ventilazione Meccanica Controllata IR PULSE

    LONDONART

    Wollpaper NEX TO ME Classique, art. 16097

    FIORANESE

    Pavimento HERITAGE Exagona ivory 34,5 x 40

    Rivestimento esterno parete ESSENZIAL frassino naturale 20,3 x 120,8

    IDEA GROUP Consolle Dekò - laccata nera lucida, L 135 - P 50; Gamba Dekò nera lucida

    Specchiera “Sae” - My Fly Evo 40x140

    TECE

    Cassetta di scarico da incasso per wc sospeso

    Placca di scarico “Square” in acciaio satinato

    FANTINI

    Doccia MILANOSLIM Outdoor H121

    Gruppo lavabo a parete, bocca da 20 cm., art. 5913A/P013B

    RARE Sistema Integrato

    Sistema piatto doccia sagomato su forma trapezoidale

  • STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

    Autore:ARCH. PATRIZIO DI NEZIO

    STESSA SPIAGGIA STESSO MARE

    L’elemento a forma di prisma esagonale è inserito in un ambientazione esterna come servizio igienico e docce per uno stabilimento balneare. E' collocato in posizione libera sulla spiaggia e si presenta come un volume compatto e sintetico, dalla forma geometricamente pura, facilmente riconoscibile, ma integrato senza dissonanze nel contesto naturale della spiaggia.

    La configurazione planimetrica del chiosco esagonale, inoltre, permette di utilizzare l’elemento come singola cella o anche come un’aggregazione di esagoni giustapposti fra loro, a seconda della quantità di servizi necessari, mantenendo una volumetria compatta e consentendo un inserimento discreto e armonico (in riferimento all'alveare) nel paesaggio naturale delle dune di sabbia.

    Nell'esagono (m. 1,75 di lato) l'area di 8 mq è suddivisa in due parti: la metà interna, corrispondente ad un volume chiuso, è riservata ai servizi igienici, mentre l'altra metà, quella aperta, è destinata alle docce. Lo scheletro del "chiosco" è realizzato in acciaio corten e su questo vengono montati tutti gli elementi.

    Interno - Lo spazio chiuso della metà superiore dell'esagono accoglie tutti i servizi igienici in ceramica bianca della CATALANO: il Lavabo da appoggio GREEN 42; il WC sospeso “Verso 50” e, trattandosi di un bagno destinato ad una funzione pubblica, anche l'Orinatoio, sempre della CATALANO. Gli aspetti funzionali degli scarichi sono assolti dalle cassette TECE situate negli angoli laterali dello spazio rispetto all'ingresso, mentre la rubinetteria è costituita dal "Gruppo lavabo a parete - Fontane Bianche" con bocca da 20 cm della FANTINI.

    Sulla parete di fondo è collocata la Consolle Dekò della IDEA GROUP laccata nera lucida; al disopra del lavabo, a parete, la stretta specchiera a sviluppo verticale “Sae” My Fly Evo 40x140 (IDEA GROUP) consente una visione senza grosse interruzioni delle pareti sulle quali è applicata la carta da parati LONDONART

    Wollpaper NEX TO ME (Classique, art. 16097). Rispetto a quest'ultimo elemento la conformazione dello spazio interno, ad una visione dalla porta d'ingresso, consente un colpo d'occhio totale sulle tre pareti del semiesagono, come si evince dalla sezione A, e questo permette l'uso di una soluzione grafica continua, in un'immagine scenografica di tutto lo spazio interno, la parete è inoltre resa permeabile visivamente anche dalla esilità della consolle.

    La pavimentazione, seguendo la configurazione generale dell'esagono, è realizzata con Exagona ivory 34,5 x 40 mod. HERITAGE della FIORANESE COEM, la stessa soluzione è utilizzata anche per il leggerissimo piano inclinato che facilita l'accesso dall'esterno.

    L'ambiente interno è fornito di un Sistema a Ventilazione Meccanica Controllata IR PULSE della IRSAP, posizionato a parete sopra la porta d'ingresso. La climatizzazione interna, qualora si utilizzasse lo spazio fuori stagione, è assicurata da un Radiatore STEP_B elettrico IRSAP.

    Esterno - Tutta la struttura sopradescritta è rivestita esternamente dal gres porcellanato effetto legno ESSENZIAL frassino naturale a larghe doghe da 20,3 x 120,8 della FIORANESE COEM. La nitidezza del disegno e l'evidenza delle venature rende questo materiale molto adatto ad un contesto naturale come quello di una spiaggia, sulla quale il legno si inserisce con leggerezza, senza contrasti; al tempo stesso, essendo il gres porcellanato molto resistente, è sicuramente molto più adatto del legno a sopportare l'aggressione degli agenti atmosferici (vento e salsedine) tipici di un contesto balneare.

    Nello spazio esterno del semiesagono sono situate due colonne doccia MILANOSLIM Outdoor H121 della FANTINI che, con il minimalismo formale del binomio acciaio legno, si confrontano in maniera ottimale con la parete di fondo. Entrambe collocate simmetricamente rispetto all'ingresso, in uno spazio di forma trapezoidale, sono servite, per la raccolta delle acque, dal piatto doccia RARE. La vasca in acciaio del Sistema Integrato è sagomata su forma trapezoidale; data la flessibilità dell'oggetto all'interno sarà ricavata anche un'asola che aggira il sostegno della doccia. Le due canaline di raccolta delle acque sono poste sul lato esterno dell'esagono, mentre l'interno della vasca è riempito con ghiaietto compattato legato con resina, per dare all'insieme un effetto naturale. Tale sistema consente di evitare che il deflusso delle acque provochi le consuete, antiestetiche colature sulla sabbia, soprattutto nel caso di più elementi aggregati in serie, nei quali, invece, un impianto di convogliamento unico di raccolta delle varie celle esagonali, condurrebbe più opportunamente ad un punto di smaltimento corretto.

    Elenco elementi:

    CATALANO

    Lavabo da appoggio GREEN 42 (cod. 142AGR00)

    WC sospeso modello “Verso 50” (cod. 1VSV50N00)

    Orinatoio 31x39 (cod.1BIGB0Y00)

    IRSAP

    Radiatore STEP_B (L. 50, H. 76) nero cromo

    Sistema Ventilazione Meccanica Controllata IR PULSE

    LONDONART

    Wollpaper NEX TO ME Classique, art. 16097

    FIORANESE

    Pavimento HERITAGE Exagona ivory 34,5 x 40

    Rivestimento esterno parete ESSENZIAL frassino naturale 20,3 x 120,8

    IDEA GROUP Consolle Dekò - laccata nera lucida, L 135 - P 50; Gamba Dekò nera lucida

    Specchiera “Sae” - My Fly Evo 40x140

    TECE

    Cassetta di scarico da incasso per wc sospeso

    Placca di scarico “Square” in acciaio satinato

    FANTINI

    Doccia MILANOSLIM Outdoor H121

    Gruppo lavabo a parete, bocca da 20 cm., art. 5913A/P013B

    RARE Sistema Integrato

    Sistema piatto doccia sagomato su forma trapezoidale

  • WC INDA WALL

    Autori:ARCH. LEONARDO PALLA

    WC-inda-WALL

    Il motto “Wc-inda-Wall” proviene da una versione slang americana il cui significato è “Il Bagno dentro il Muro”.

    Un bagno come spazio di aggregazione è il punto di partenza di questo progetto. È un modello di bagno inserito in una realtà, quella dei muri e delle barriere, che le grandi potenze mondiali ne fanno motivo per salvaguardare i loro interessi. La barriera più imponente è quella che verrà costruita dall’attuale presidente degli Stati Uniti per impedire l'immigrazione tra Messico e America.

    Il Gran Muro di Trump è solo l'ultimo dei grandi eventi che stanno isolando le nazioni sempre di più tra di loro.

    L'idea si sviluppa dalla decorazione dei bagni con immagini e materiali dei loro paesi originari. Divisi in due spazi completamente separati, ovvero la zona wc e poi la zona doccia/lavabo i bagni sono locali dove si sosta e dove amici e familiari possono rivedersi e comunicare attraverso un vetro.

    Per il bagno Messicano si è pensato di utilizzare dei materiali comuni del luogo come il legno e immagini su carta da parati che rievocano deserti, cactus e nature tropicali. I colori del piano lavabo, termosifoni, scaldasalviette e pulsanti Tece variano dal giallo melone al rosso amaranto.


    Il bagno Americano invece rievoca paesaggi urbani con carte da parati che rappresentano edifici residenziali e pareti di cemento abbinate a maioliche nere dalle sfumature industriali. Le rubinetterie in Matt Gun Metal PVD confermano uno stile dalle forme archetipe ma reinterpretato in chiave contemporanea propria delle grandi città.

    Le vecchie grate nei muri di confine dove usualmente i familiari o amici possono comunicare fra loro sono sostituiti da locali bagno dove gli elementi di arredo rievocano luoghi conosciuti e dove la privacy diventa invece motivo di comunione ed aggregazione.

    PRODOTTI UTILIZZATI

    FIORANESE COEM

    -SERIE MANOR NOIR HAINAUT (PAVIMENTO 60,4X60,4cm; RIVESTIMENTO 7,5X30,2cm)

    -SERIE URBAN WOOD BURNT (PAVIMENTO E RIVESTIMENTO 15X90cm NATURALE)

    CATALANO

    -2 WC SOSPESI ZERO (NEWFLUSH 55)

    FANTINI

    SERIE FONTANE BIANCHE COLORE MATT GUN METAL PVD:

    -2 GRUPPO LAVABO ART.P013B + R010A

    -2 DOCCINO WC ART.8404

    -2 DOCCETTA ART.8093

    -2 SOFFIONE DOCCIA A PIOGGIA ART.8106

    -2 BRACCIO DOCCIA LUNGHEZZA 45CM ART.8028

    -2 MISCELATORE DOCCIA INCASSO ART.P085B + M185A

    IDEA GROUP

    -2 PIANO CUBIK-13 (135X10X50cm) COLORE ZUCCA E COLORE ALLUMINIO

    -2 SPECCHIERA CUBIK-07 (40X140cm)

    -2 LAVABO “CATINO”

    IRSAP

    -2 TERMOARREDO DEDALO ELETTRICO (90X49,8cm) COLORE GIALLO MELONE E AMARANTO

    -2 TERMOSIFONE TESI 2 (4 ELEMENTI INT.60,2cm) COLORE GIALLO MELONE E AMARANTO

    TECE

    -2 CASSETTA DI SCARICO TECE CON PULSANTE TECELOOP BIANCO (9 240 663) E COVER GLASS ORANGE (9 240 673) E GLASS RUBY RED (9 240 679)

    LONDON ART

    - MY BEAUTIFUL GARDEN (COLLECTION 17) ART.17031-01

    - EASTWOOD ROOSVELT (COLLECTION 16) ART. 16001-02

    - ELECTRIC ZOO (COLLECTION lifestyle) ART. 14101-01

    - DESERT (COLLECTION 16) ART. 16020-01 E ART. 16020-02

    RARE

    -PIATTO DOCCIA AD HOC SU MISURA FILOPAVIMENTO 97X110cm CON CRISTALLO ALLOGGIATO ALL’INTERNO DEL BACINO. RIVESTIMENTO IN MAIOLICHE FIORANESE.

  • WC INDA WALL

    Autori:ARCH. LEONARDO PALLA

    WC-inda-WALL

    Il motto “Wc-inda-Wall” proviene da una versione slang americana il cui significato è “Il Bagno dentro il Muro”.

    Un bagno come spazio di aggregazione è il punto di partenza di questo progetto. È un modello di bagno inserito in una realtà, quella dei muri e delle barriere, che le grandi potenze mondiali ne fanno motivo per salvaguardare i loro interessi. La barriera più imponente è quella che verrà costruita dall’attuale presidente degli Stati Uniti per impedire l'immigrazione tra Messico e America.

    Il Gran Muro di Trump è solo l'ultimo dei grandi eventi che stanno isolando le nazioni sempre di più tra di loro.

    L'idea si sviluppa dalla decorazione dei bagni con immagini e materiali dei loro paesi originari. Divisi in due spazi completamente separati, ovvero la zona wc e poi la zona doccia/lavabo i bagni sono locali dove si sosta e dove amici e familiari possono rivedersi e comunicare attraverso un vetro.

    Per il bagno Messicano si è pensato di utilizzare dei materiali comuni del luogo come il legno e immagini su carta da parati che rievocano deserti, cactus e nature tropicali. I colori del piano lavabo, termosifoni, scaldasalviette e pulsanti Tece variano dal giallo melone al rosso amaranto.


    Il bagno Americano invece rievoca paesaggi urbani con carte da parati che rappresentano edifici residenziali e pareti di cemento abbinate a maioliche nere dalle sfumature industriali. Le rubinetterie in Matt Gun Metal PVD confermano uno stile dalle forme archetipe ma reinterpretato in chiave contemporanea propria delle grandi città.

    Le vecchie grate nei muri di confine dove usualmente i familiari o amici possono comunicare fra loro sono sostituiti da locali bagno dove gli elementi di arredo rievocano luoghi conosciuti e dove la privacy diventa invece motivo di comunione ed aggregazione.

    PRODOTTI UTILIZZATI

    FIORANESE COEM

    -SERIE MANOR NOIR HAINAUT (PAVIMENTO 60,4X60,4cm; RIVESTIMENTO 7,5X30,2cm)

    -SERIE URBAN WOOD BURNT (PAVIMENTO E RIVESTIMENTO 15X90cm NATURALE)

    CATALANO

    -2 WC SOSPESI ZERO (NEWFLUSH 55)

    FANTINI

    SERIE FONTANE BIANCHE COLORE MATT GUN METAL PVD:

    -2 GRUPPO LAVABO ART.P013B + R010A

    -2 DOCCINO WC ART.8404

    -2 DOCCETTA ART.8093

    -2 SOFFIONE DOCCIA A PIOGGIA ART.8106

    -2 BRACCIO DOCCIA LUNGHEZZA 45CM ART.8028

    -2 MISCELATORE DOCCIA INCASSO ART.P085B + M185A

    IDEA GROUP

    -2 PIANO CUBIK-13 (135X10X50cm) COLORE ZUCCA E COLORE ALLUMINIO

    -2 SPECCHIERA CUBIK-07 (40X140cm)

    -2 LAVABO “CATINO”

    IRSAP

    -2 TERMOARREDO DEDALO ELETTRICO (90X49,8cm) COLORE GIALLO MELONE E AMARANTO

    -2 TERMOSIFONE TESI 2 (4 ELEMENTI INT.60,2cm) COLORE GIALLO MELONE E AMARANTO

    TECE

    -2 CASSETTA DI SCARICO TECE CON PULSANTE TECELOOP BIANCO (9 240 663) E COVER GLASS ORANGE (9 240 673) E GLASS RUBY RED (9 240 679)

    LONDON ART

    - MY BEAUTIFUL GARDEN (COLLECTION 17) ART.17031-01

    - EASTWOOD ROOSVELT (COLLECTION 16) ART. 16001-02

    - ELECTRIC ZOO (COLLECTION lifestyle) ART. 14101-01

    - DESERT (COLLECTION 16) ART. 16020-01 E ART. 16020-02

    RARE

    -PIATTO DOCCIA AD HOC SU MISURA FILOPAVIMENTO 97X110cm CON CRISTALLO ALLOGGIATO ALL’INTERNO DEL BACINO. RIVESTIMENTO IN MAIOLICHE FIORANESE.

  • CONTEMPORANEO TRASFORMABILE

    Autore:ARCH. ALESSANDRO FARINA

    Relazione Illustrativa

    Uno bagno temporaneo, può essere anche bello?

    La grande necessità di spazi abitativi, acuita dalle recenti calamità naturali che hanno colpito il centro Italia, è lo spunto dal quale è nata l’idea progettuale.

    Moduli abitativi provvisori che spesso diventano definitivi, soddisfano l’emergenza immediata di chi non ha un tetto, ma difficilmente creano spazi accoglienti. Così come i servizi igienici installati in occasione di fiere ed eventi di vario genere, che assolvono alla loro funzione intrinseca, ma dai quali non si vede l’ora di uscire.

    In alcuni paesi si sta sperimentando l’utilizzo di container metallici adibiti ad abitazione. L’aspetto interessante di questi moduli è che essendo anche facilmente sovrapponibili ed aggregabili, possono creare dei segni urbani molto importanti e gradevoli.

    Relazione-Illustrativa

    Per questa sperimentazione progettuale è stato scelto un modulo base di Container lungo 6058 mm per 2438 mm di larghezza. All’interno di questo modulo è stato progettato un bagno di 7.50 m, oggetto del concorso, con uno spazio residuo che può avere diverse funzioni.

    Quindi un bagno (con)temporaneo e trasformabile, ma anche facilmente trasportabile. E che essendo progettato sulla larghezza standard del container, può facilmente essere inserito in moduli più lunghi, ampliandone le possibilità di utilizzo.

    E’ un bagno pensato per un uso privato (nei casi delle emergenze abitative), ma che con la semplice rimozione del bidet e della cabina doccia può essere fruito facilmente anche con una sedia a ruote od un passeggino. Oppure può diventare un bagno pubblico accessibile a tutti, con minime modifiche planimetriche facilmente realizzabili grazie alla tecnologia costruttiva a secco utilizzata per le pareti.

    E’ stato pensato come un elemento che si inserisce nell’involucro metallico del container, al quale sono state tolte le due pareti di fondo, sostituite da due ampie porzioni vetrate.

    Sotto alle finestre sono stati posizionati i sanitari con l’utilizzo del moduli attrezzati ribassati TECE.

    Le pareti interne sono realizzate con il sistema costruttivo a secco TECE Profil, sp. min 14cm. Nel vuoto creato passano tutti gli impianti e possono essere inseriti dei pannelli per l’isolamento termico e/o acustico.

    Per consentire una facile fruibilità anche da parte dei portatori di Handicap, è stata inserita una doccia RARE a filo pavimento, con sottostante vasca in acciaio affogata nel massetto di pavimentazione. La zona doccia è ricavata in un vano separato e può anche essere sprovvista della cabina nei casi di uso collettivo o di utilizzo su sedia a ruote.

    Il carattere temporaneo dello spazio, spesso inserito, almeno nella fase iniziale, in contesti privi di urbanizzazioni, ha fatto ricadere la scelta del sistema di riscaldamento per un termo arredo elettrico della IRSAP.

    Le due estremità terminali, verso l’esterno, sono rivestite con pannelli in legno di olmo, ai quali potrebbero essere facilmente applicati nomi e logo degli eventuali sponsor.

    L’estetica del bagno è essenziale, ma calda ed accogliente, con l’utilizzo di materiali che ripropongano o ricordino quanto più possibile la natura.

    Gli elementi di arredo ed i materiali, sono stati scelti per consentire una facile pulizia e manutenzione ed consentire una comoda fruizione del bagno anche ai portatori di handicap, motori e sensoriali (con sistemi di illuminazione in punti strategici e materiali quanto più possibile contrastanti).

    Il lavabo Idea Group è una vasca semi incassata su un top in laminato di olmo, tagliato a misura. A fianco dello specchio è stato inserito un elemento a giorno, e sotto all’ampio top (che all’occorrenza può anche essere utilizzato come fasciatoio) è stato inserito solo un elemento da 45 per lasciare quanto più possibile libero lo spazio per eventuali manovre con la sedia a ruote. La parete dietro al lavandino è rifinita con una resina di colore bianco.

    Per i pavimenti ed i rivestimenti delle parti maggiormente esposte all’umidità, è stato scelto un materiale che ricorda il cemento e che si sposa molto bene con la natura tecnologica dell’involucro. Questa scelta consente peraltro, nei casi di budget più ridotto, di sostituire il rivestimento in gres facendo con un battuto di cemento industriale, senza snaturare l’idea progettuale.

    Doccia e lavabo sono stati inseriti lungo la stessa parete. In questo modo il muro frontale, essendo libero da sorgenti di umidità ed è stata rivestito con carta da parati London Art. Il disegno scelto, con il suo nome evocativo - (H)Earth Beat – Gift Tree, è una specie di promemoria, una sorta di continuità fra il fuori e il dentro. Anche la porta scorrevole in legno grezzo è rivestita con la carta.

    Il terminale del muro di separazione fra l’ambiente principale e l’ambiente doccia è stato rivestico con una profilo in legno do olmo, per facilitare la posa del gres evitando pezzi speciali o profili angolari. Gli imbotti delle porte sono rivestiti in legno di olmo verniciato bianco a poro aperto nella parte interna, ed in legno di olmo naturale nella parte esterna.

    Anche la rubinetteria di FANTINI è stata scelta con un disegno moderno ed essenziale, priva di dispositivi facilmente deteriorabili in caso di uso collettivo. Nel caso di un uso privato, la doccia, attualmente provvista solo di un soffione a pioggia, potrebbe essere implementata con altri sitemi.

    Tutto è pensato per combinare l’estetica ad una fruizione che duri nel tempo.

  • CONTEMPORANEO TRASFORMABILE

    Autore:ARCH. ALESSANDRO FARINA

    Relazione Illustrativa

    Uno bagno temporaneo, può essere anche bello?

    La grande necessità di spazi abitativi, acuita dalle recenti calamità naturali che hanno colpito il centro Italia, è lo spunto dal quale è nata l’idea progettuale.

    Moduli abitativi provvisori che spesso diventano definitivi, soddisfano l’emergenza immediata di chi non ha un tetto, ma difficilmente creano spazi accoglienti. Così come i servizi igienici installati in occasione di fiere ed eventi di vario genere, che assolvono alla loro funzione intrinseca, ma dai quali non si vede l’ora di uscire.

    In alcuni paesi si sta sperimentando l’utilizzo di container metallici adibiti ad abitazione. L’aspetto interessante di questi moduli è che essendo anche facilmente sovrapponibili ed aggregabili, possono creare dei segni urbani molto importanti e gradevoli.

    Relazione-Illustrativa

    Per questa sperimentazione progettuale è stato scelto un modulo base di Container lungo 6058 mm per 2438 mm di larghezza. All’interno di questo modulo è stato progettato un bagno di 7.50 m, oggetto del concorso, con uno spazio residuo che può avere diverse funzioni.

    Quindi un bagno (con)temporaneo e trasformabile, ma anche facilmente trasportabile. E che essendo progettato sulla larghezza standard del container, può facilmente essere inserito in moduli più lunghi, ampliandone le possibilità di utilizzo.

    E’ un bagno pensato per un uso privato (nei casi delle emergenze abitative), ma che con la semplice rimozione del bidet e della cabina doccia può essere fruito facilmente anche con una sedia a ruote od un passeggino. Oppure può diventare un bagno pubblico accessibile a tutti, con minime modifiche planimetriche facilmente realizzabili grazie alla tecnologia costruttiva a secco utilizzata per le pareti.

    E’ stato pensato come un elemento che si inserisce nell’involucro metallico del container, al quale sono state tolte le due pareti di fondo, sostituite da due ampie porzioni vetrate.

    Sotto alle finestre sono stati posizionati i sanitari con l’utilizzo del moduli attrezzati ribassati TECE.

    Le pareti interne sono realizzate con il sistema costruttivo a secco TECE Profil, sp. min 14cm. Nel vuoto creato passano tutti gli impianti e possono essere inseriti dei pannelli per l’isolamento termico e/o acustico.

    Per consentire una facile fruibilità anche da parte dei portatori di Handicap, è stata inserita una doccia RARE a filo pavimento, con sottostante vasca in acciaio affogata nel massetto di pavimentazione. La zona doccia è ricavata in un vano separato e può anche essere sprovvista della cabina nei casi di uso collettivo o di utilizzo su sedia a ruote.

    Il carattere temporaneo dello spazio, spesso inserito, almeno nella fase iniziale, in contesti privi di urbanizzazioni, ha fatto ricadere la scelta del sistema di riscaldamento per un termo arredo elettrico della IRSAP.

    Le due estremità terminali, verso l’esterno, sono rivestite con pannelli in legno di olmo, ai quali potrebbero essere facilmente applicati nomi e logo degli eventuali sponsor.

    L’estetica del bagno è essenziale, ma calda ed accogliente, con l’utilizzo di materiali che ripropongano o ricordino quanto più possibile la natura.

    Gli elementi di arredo ed i materiali, sono stati scelti per consentire una facile pulizia e manutenzione ed consentire una comoda fruizione del bagno anche ai portatori di handicap, motori e sensoriali (con sistemi di illuminazione in punti strategici e materiali quanto più possibile contrastanti).

    Il lavabo Idea Group è una vasca semi incassata su un top in laminato di olmo, tagliato a misura. A fianco dello specchio è stato inserito un elemento a giorno, e sotto all’ampio top (che all’occorrenza può anche essere utilizzato come fasciatoio) è stato inserito solo un elemento da 45 per lasciare quanto più possibile libero lo spazio per eventuali manovre con la sedia a ruote. La parete dietro al lavandino è rifinita con una resina di colore bianco.

    Per i pavimenti ed i rivestimenti delle parti maggiormente esposte all’umidità, è stato scelto un materiale che ricorda il cemento e che si sposa molto bene con la natura tecnologica dell’involucro. Questa scelta consente peraltro, nei casi di budget più ridotto, di sostituire il rivestimento in gres facendo con un battuto di cemento industriale, senza snaturare l’idea progettuale.

    Doccia e lavabo sono stati inseriti lungo la stessa parete. In questo modo il muro frontale, essendo libero da sorgenti di umidità ed è stata rivestito con carta da parati London Art. Il disegno scelto, con il suo nome evocativo - (H)Earth Beat – Gift Tree, è una specie di promemoria, una sorta di continuità fra il fuori e il dentro. Anche la porta scorrevole in legno grezzo è rivestita con la carta.

    Il terminale del muro di separazione fra l’ambiente principale e l’ambiente doccia è stato rivestico con una profilo in legno do olmo, per facilitare la posa del gres evitando pezzi speciali o profili angolari. Gli imbotti delle porte sono rivestiti in legno di olmo verniciato bianco a poro aperto nella parte interna, ed in legno di olmo naturale nella parte esterna.

    Anche la rubinetteria di FANTINI è stata scelta con un disegno moderno ed essenziale, priva di dispositivi facilmente deteriorabili in caso di uso collettivo. Nel caso di un uso privato, la doccia, attualmente provvista solo di un soffione a pioggia, potrebbe essere implementata con altri sitemi.

    Tutto è pensato per combinare l’estetica ad una fruizione che duri nel tempo.

  • APPUNTAMENTO AL MARE

    Autori:ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA

    Appuntamento al mare

    ANTEFATTO IMMAGINARIO

    _ Forse ci siamo. Giriamo. Ecco il bivio. Così ci sembrava, e puntavamo l'indice.

    La strada litoranea era costeggiata dai filari di eucaliptus polverosi, erano i nostri alberi della polvere, qualche cipresso e la linea sopraelevata dei canali di irrigazione perfabbricati gialli di terra portata dal vento, ma sotto grigi e cementizi, in pezzi da due metri alti fino alla testa, che punteggiavano il bordo della cunetta nella strada sterrata.

    Andavamo alla ricerca della vecchia casa di mare, la “villetta” di una manciata di metri quadrati ma stupenda, per noi. Ci andavamo sempre l’estate e spesso le domeniche, prima che la raffineria ce la portasse via.

    Le maioliche azzurre, lucide, appena consunte, negli angoli più calpestati si vedeva affiorare il rosso del mattone, e il suono vuoto per i pochi arredi di vimini che ricorda i suoni di quelle incisioni degli anni sessanta di Jobim, la doccia esterna su una pinna di muro blu, e il carrubo grande carico di frutti ad essere fortunati, sotto il quale parlavamo arrampicati. Tutto qui. Percorrendo la strada sterrata si attraversavano gli aranceti, una distesa di terra gialla e sbriciolosa, poi la casa, e di fronte a noi, non appena oltrepassata un’altra linea di cipressi tagliavento, ecco aprirsi il golfo ampio come un angolo piatto. Azzurro, del colore del mare di una carta geografica, “che mette sete solo a guardarlo” avrebbe detto Estragon. Perché quell’acqua di mare era fresca, e profumava di anguria appena tagliata.

    Tutto vero (o tutto verosimile, chissà) ma l’architettura è sempre il prodotto di un procedimento scientifico, sempre, fino alla sua definitiva immissione nel mondo. L’espressione del giudizio è prerogativa esclusiva di chi la legge, e può attribuirle una componente di giudizio.

    INNOVAZIONE PROGETTUALE

    Questo piccolo intervento che chiameremo “parzialmente biodegradabile” è racchiuso in una scatola di montaggio della dimensione di un pallet di circa due metri cubi. Il concetto è costruire un’opera momentanea da assemblare all’inizio della stagione e da riporre al suo termine. Le piogge e il vento ricostruiranno in breve il luogo.

    Il contenuto della scatola di montaggio è così costituito:

    FIORANESE COEM: 8 mq di ceramica della linea Cardosio nelle dimensioni di cm 90x45; 120x30;

    TECE struttura prefabbricata della linea Profil, canalina doccia Drainline, con impianti tecnologici;

    FANTINI rubinetterie e accessori della linea bagno Fontane Bianche; Programma Docce linea Milanoslim Outdoor;

    CATALANO apparecchi sanitari Vaso Bidet linea Velis 57;

    IDEAGROUP Lavabo cilindrico da terra Aqua Sense;

    LONDON ART rivestimenti in vetroresina con immagine impressa;

    RARE sistema doccia su misura con vasca d’acciaio della linea Ad Hoc;

    IRSAP scaldasalviette per le umide notti d'estate della linea Alatherm.

    Lo spazio a disposizione di 8 metri quadrati viene diviso per ottenere due ambienti autonomi ma in stretta relazione, l’ambiente bagno e l’ambiente docce. La struttura di separazione fra i due ambienti ruota attorno al proprio asse per dare accesso all’ambiente bagno.

    Il pavimento contiene gli apparati distributivi e strutturali dell’impianto idraulico. La struttura fa parte del Sistema a secco Profil prodotto dalla TECE e fornisce il supporto piano alla pavimentazione della linea Cardosio di FIORANESE COEM che viene posata su cuscinetti di neoprene.

    SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE

    Questa piccola architettura parzialmente biodegradabile non costituisce un volume, si potrebbe definire un mobile, assemblato entro un involucro di terra cruda. La sua localizzazione è pensata nella parte alta di una duna sabbiosa, non troppo distante dalla battigia ma sufficientemente appartata. Il sistema di flusso del vaso è comandato a terra da un pulsante a pedale. La parte impiantistica è connessa a un piccolo impianto di fitodepurazione dislocato in un’area distante e riparata più a valle, sul retro della duna.

    FRUIBILITÀ AD UTENZA AMPLIATA

    Si accede all’ambiente bagno attraverso una porta a pannello con movimento rotatorio a bilico. Il pannello è rivestito internamente ed esternamente dagli splendidi parati in vetroresina di LONDON ART con motivi ad hoc.

    Fruibilita-ad-utenza-ampliata

    Il bagno è dimensionato in modo da rendere completamente accessibili le principali funzioni, le docce sono aperte verso il mare. L’acqua viene arginata da una canaletta di scarico continua, il modello Drainline prodotto dalla TECE. Il lavabo a colonna cilindrica è il modello della linea Aqua Sense di IDEAGROUP.

    Il vaso e il bidet sono della linea Velis di CATALANO. Non occorrono rivestimenti a parete ma precise scelte nell’uso espressivo delle superfici di pavimentazione: sono le lastre in vari tagli di FIORANESE COEM, nella selezione CARDOSIO, che rivestono in continuità il pavimento e le docce. Lo specchio tondo a compasso e le rubinetterie sono della linea Fontane Bianche di FANTINI RUBINETTI. I soffioni per le docce sono i modelli Milanoslim Outdoor sempre di FANTINI RUBINETTI.

    Il sottopiatto doccia è il modello della linea Ad Hoc e la cabina doccia sono prodotti da RARE. La linea di accessori doccia è anch’essa di produzione RARE.

  • APPUNTAMENTO AL MARE

    Autori:ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA

    Appuntamento al mare

    ANTEFATTO IMMAGINARIO

    _ Forse ci siamo. Giriamo. Ecco il bivio. Così ci sembrava, e puntavamo l'indice.

    La strada litoranea era costeggiata dai filari di eucaliptus polverosi, erano i nostri alberi della polvere, qualche cipresso e la linea sopraelevata dei canali di irrigazione perfabbricati gialli di terra portata dal vento, ma sotto grigi e cementizi, in pezzi da due metri alti fino alla testa, che punteggiavano il bordo della cunetta nella strada sterrata.

    Andavamo alla ricerca della vecchia casa di mare, la “villetta” di una manciata di metri quadrati ma stupenda, per noi. Ci andavamo sempre l’estate e spesso le domeniche, prima che la raffineria ce la portasse via.

    Le maioliche azzurre, lucide, appena consunte, negli angoli più calpestati si vedeva affiorare il rosso del mattone, e il suono vuoto per i pochi arredi di vimini che ricorda i suoni di quelle incisioni degli anni sessanta di Jobim, la doccia esterna su una pinna di muro blu, e il carrubo grande carico di frutti ad essere fortunati, sotto il quale parlavamo arrampicati. Tutto qui. Percorrendo la strada sterrata si attraversavano gli aranceti, una distesa di terra gialla e sbriciolosa, poi la casa, e di fronte a noi, non appena oltrepassata un’altra linea di cipressi tagliavento, ecco aprirsi il golfo ampio come un angolo piatto. Azzurro, del colore del mare di una carta geografica, “che mette sete solo a guardarlo” avrebbe detto Estragon. Perché quell’acqua di mare era fresca, e profumava di anguria appena tagliata.

    Tutto vero (o tutto verosimile, chissà) ma l’architettura è sempre il prodotto di un procedimento scientifico, sempre, fino alla sua definitiva immissione nel mondo. L’espressione del giudizio è prerogativa esclusiva di chi la legge, e può attribuirle una componente di giudizio.

    INNOVAZIONE PROGETTUALE

    Questo piccolo intervento che chiameremo “parzialmente biodegradabile” è racchiuso in una scatola di montaggio della dimensione di un pallet di circa due metri cubi. Il concetto è costruire un’opera momentanea da assemblare all’inizio della stagione e da riporre al suo termine. Le piogge e il vento ricostruiranno in breve il luogo.

    Il contenuto della scatola di montaggio è così costituito:

    FIORANESE COEM: 8 mq di ceramica della linea Cardosio nelle dimensioni di cm 90x45; 120x30;

    TECE struttura prefabbricata della linea Profil, canalina doccia Drainline, con impianti tecnologici;

    FANTINI rubinetterie e accessori della linea bagno Fontane Bianche; Programma Docce linea Milanoslim Outdoor;

    CATALANO apparecchi sanitari Vaso Bidet linea Velis 57;

    IDEAGROUP Lavabo cilindrico da terra Aqua Sense;

    LONDON ART rivestimenti in vetroresina con immagine impressa;

    RARE sistema doccia su misura con vasca d’acciaio della linea Ad Hoc;

    IRSAP scaldasalviette per le umide notti d'estate della linea Alatherm.

    Lo spazio a disposizione di 8 metri quadrati viene diviso per ottenere due ambienti autonomi ma in stretta relazione, l’ambiente bagno e l’ambiente docce. La struttura di separazione fra i due ambienti ruota attorno al proprio asse per dare accesso all’ambiente bagno.

    Il pavimento contiene gli apparati distributivi e strutturali dell’impianto idraulico. La struttura fa parte del Sistema a secco Profil prodotto dalla TECE e fornisce il supporto piano alla pavimentazione della linea Cardosio di FIORANESE COEM che viene posata su cuscinetti di neoprene.

    SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE

    Questa piccola architettura parzialmente biodegradabile non costituisce un volume, si potrebbe definire un mobile, assemblato entro un involucro di terra cruda. La sua localizzazione è pensata nella parte alta di una duna sabbiosa, non troppo distante dalla battigia ma sufficientemente appartata. Il sistema di flusso del vaso è comandato a terra da un pulsante a pedale. La parte impiantistica è connessa a un piccolo impianto di fitodepurazione dislocato in un’area distante e riparata più a valle, sul retro della duna.

    FRUIBILITÀ AD UTENZA AMPLIATA

    Si accede all’ambiente bagno attraverso una porta a pannello con movimento rotatorio a bilico. Il pannello è rivestito internamente ed esternamente dagli splendidi parati in vetroresina di LONDON ART con motivi ad hoc.

    Fruibilita-ad-utenza-ampliata

    Il bagno è dimensionato in modo da rendere completamente accessibili le principali funzioni, le docce sono aperte verso il mare. L’acqua viene arginata da una canaletta di scarico continua, il modello Drainline prodotto dalla TECE. Il lavabo a colonna cilindrica è il modello della linea Aqua Sense di IDEAGROUP.

    Il vaso e il bidet sono della linea Velis di CATALANO. Non occorrono rivestimenti a parete ma precise scelte nell’uso espressivo delle superfici di pavimentazione: sono le lastre in vari tagli di FIORANESE COEM, nella selezione CARDOSIO, che rivestono in continuità il pavimento e le docce. Lo specchio tondo a compasso e le rubinetterie sono della linea Fontane Bianche di FANTINI RUBINETTI. I soffioni per le docce sono i modelli Milanoslim Outdoor sempre di FANTINI RUBINETTI.

    Il sottopiatto doccia è il modello della linea Ad Hoc e la cabina doccia sono prodotti da RARE. La linea di accessori doccia è anch’essa di produzione RARE.

  • WCUBO
  • WCUBO
  • MIX RESORT
  • MIX RESORT
  • STESSA SPIAGGIA STESSO MARE
  • STESSA SPIAGGIA STESSO MARE
  • WC INDA WALL
  • WC INDA WALL
  • CONTEMPORANEO TRASFORMABILE
  • CONTEMPORANEO TRASFORMABILE
  • APPUNTAMENTO AL MARE
  • APPUNTAMENTO AL MARE

EDIZIONE 2016

Vapore Acqueo

Vapore Acqueo

Concorso MixandMatch - 1° Classificato e Premio speciale per la sostenibilità ambientale
Autori: ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA
Vapore Acqueo

Vapore Acqueo

Concorso MixandMatch - 1° Classificato e Premio speciale per la sostenibilità ambientale
Autori: ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA
Divisioni Complementari

Divisioni Complementari

Concorso MixandMatch - 2° Classificato
Autore: ARCH. CLAUDIA TORRINI
Divisioni Complementari

Divisioni Complementari

Concorso MixandMatch - 2° Classificato
Autore: ARCH. CLAUDIA TORRINI
Transizioni

Transizioni

Concorso MixandMatch - 3° Classificato
Autore:ARCH. CHRISTINE CIRIELLI
Transizioni

Transizioni

Concorso MixandMatch - 3° Classificato
Autore:ARCH. CHRISTINE CIRIELLI
Presto che è Tardi

Presto che è Tardi

Concorso MixandMatch - Premio Speciale per l'Innovazione progettuale
Autori:ARCH. GIUSEPPE TROCCOLI e SABRINA CANTALINI
Presto che è Tardi

Presto che è Tardi

Concorso MixandMatch - Premio Speciale per l'Innovazione progettuale
Autori:ARCH. GIUSEPPE TROCCOLI e SABRINA CANTALINI
Dividi e Condividi

Dividi e Condividi

Concorso MixandMatch - Premio speciale per la fruibilità ad utenza ampliata
Autore:ARCH. MAELA LENCI
Dividi e Condividi

Dividi e Condividi

Concorso MixandMatch - Premio speciale per la fruibilità ad utenza ampliata
Autore:ARCH. MAELA LENCI
  • Vapore Acqueo
  • Vapore Acqueo
  • Divisioni Complementari
  • Divisioni Complementari
  • Transizioni
  • Transizioni
  • Presto che è Tardi
  • Presto che è Tardi
  • Dividi e Condividi
  • Dividi e Condividi
  • Vapore Acqueo

    Autori: ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA
  • Vapore Acqueo

    Autori: ARCH. ADOLFO VIRDIS e LAURA MURA
  • Divisioni Complementari

    Autore: ARCH. CLAUDIA TORRINI
  • Divisioni Complementari

    Autore: ARCH. CLAUDIA TORRINI
  • Transizioni

    Autore:ARCH. CHRISTINE CIRIELLI
  • Transizioni

    Autore:ARCH. CHRISTINE CIRIELLI
  • Presto che è Tardi

    Autori:ARCH. GIUSEPPE TROCCOLI e SABRINA CANTALINI
  • Presto che è Tardi

    Autori:ARCH. GIUSEPPE TROCCOLI e SABRINA CANTALINI
  • Dividi e Condividi

    Autore:ARCH. MAELA LENCI
  • Dividi e Condividi

    Autore:ARCH. MAELA LENCI
  • Vapore Acqueo
  • Vapore Acqueo
  • Divisioni Complementari
  • Divisioni Complementari
  • Transizioni
  • Transizioni
  • Presto che è Tardi
  • Presto che è Tardi
  • Dividi e Condividi
  • Dividi e Condividi